04-11-2016

Dominique Coulon e l’asilo di Buhl in Alsazia

Eugeni Pons,

Parigi,

Progetti

Celebre per l’esperienza nella progettazione di edifici scolastici, Dominique Coulon realizza un asilo a Buhl, in Alsazia. Nell’asilo di Buhl si ritrovano elementi comuni a precedenti interventi di Dominique Coulon, come l’uso del colore, il riferimento alla storia locale, l’importanza della dimensione prospettica.



Dominique Coulon e l’asilo di Buhl in Alsazia

Si potrebbe considerare Dominique Coulon un esperto di questioni scolastiche per il numero di edifici didattici progettati e costruiti. L’asilo di Buhl indaga ora l’età dell’infanzia e crea per i più piccoli un sistema di ambienti creativi e stimolanti. 
Buhl è un paese delle valli alsaziane la cui comunità si riconosce in un monumento ormai simbolico più che turistico, il castello Hugstein, una rovina che risale al XIV secolo. Proprio sotto di esso, all’ingresso del comune, sorge oggi un nuovo asilo che al castello formalmente si rifà, raccogliendo e valorizzando quel legame tra la gente e la storia del luogo. Alle rovine delle torri del castello si ispirano le torri che svettano sull’unico livello in cui si sviluppano gli ambienti didattici. Questi volumi, oltre a stabilire un legame iconografico con il passato, sono funzionali all’equilibrio illuminotecnico degli spazi per i bambini perché, essendo parzialmente vetrate, procurano luce indiretta oltre che inedite prospettive verso il cielo e verso le cime dei Volsgi. La hall dell’edificio ne è l’esempio più chiaro. Costruita a pianta quadrata come un offset della pianta dell’edificio, ne costituisce il cuore, poiché gli ambienti formativi sono suddivisi intorno ad essa con la cura di avere, quando possibile, affacci diretti tramite pareti vetrate. La hall non è interamente a doppia altezza, ma solo in parte, poiché la restante parte del soffitto più basso è rivestita da una pellicola riflettente che produce piacevoli giochi di visione.


Ogni aspetto è pensato per stimolare la creatività dei bambini, a partire dall’uso del colore, che non produce, come spesso accade, una banale indigestione cromatica, ma è frutto di una scelta di toni in scala, dal rosa, al fuksia, al rosso, che insegni a notare le differenze tra colori simili. Per proseguire con le pareti vetrate, che mettono in comunicazione gli ambienti e così le attività in atto, oltre a essere uno strumento di controllo per la sicurezza dei bambini.
La hall isola e connette, frammenta e mette insieme le funzioni nel medesimo tempo, e grazie alla sua centralità ed ai confortevoli giochi e arredi morbidi integrati, costituisce una piccola “piazza”, dove ritrovarsi, mangiare insieme, sviluppare progetti.




Nell’asilo di Buhl molti sono gli elementi progettuali comuni a precedenti interventi di Dominique Coulon, come se si trattasse di un lessico studiato e applicato dal progettista, si veda per esempio la scuola Josephin Baker di La Courneuve, sobborgo di Parigi. Parliamo dell’uso del colore in modo spazialmente determinante, a cui conseguono finiture interne molto minimali, dall’illuminazione alle porte scorrevoli, ai pattern decorativi; parliamo del riferimento alla storia del luogo, anche solo come orientamento figurativo, o della cortina esterna permeabile e in grado di incorniciare per i bambini prospettive inedite sul paesaggio noto. Le aperture a quota di bambino nel recinto esterno definiscono chi sono i destinatari dell’architettura, privilegiando il loro punto di vista.

Mara Corradi

Architect: Dominique Coulon & associés
Architectes: Dominique Coulon, David Romero-Uzeda, Olivier Nicollas
Architectes assistants: Javier Gigosos Ruipérez, Diego Bastos-Romero, Gautier Duthoit
Client: CC Région de Guebwiller
Construction site supervision: David Romero-Uzeda
Structural Engineer: Batiserf
Electrical Engineer: BET G.Jost
Mechanical Plumbing Engineer: Solares Bauen 
Cost Estimator: E3 économie
Acoustics: Euro sound project
Kitchen expert: Ecotral
Landscaping: Philippe Obliger
Address: 14 rue de la Fabrique, 68530, Buhl, France / Google maps location : 47.920970, 7.196955
Program: Nursery, Day nursery and Nursery assistants relay for 40 children
Surface: 763 sqm
Budget: 1 700 000 € 
Competition: march 2013 
Construction documents: from may 2013 to november 2013
Construction works: from february 2014 to june 2015
Completion: june 2015
Construction companies: 
Earthworks, sewerage networks and road works (S.T.P. MADER), concrete stucture (MADER), water proofing roofing (SMAC), exterior joinery (MENUISERIE VOLLMER ET FILS), metalworks(MULLER-ROST), exterior isolation (SOMREN), scaffolding (LOC’ECHAF), interior wood work and furniture (HUNSINGER), plastering (SOMEGYPS), concrete screed (MADER), tiled floors (MULTISOLS), glued floors (HERTZOG), painting (SOMREN), green areas (PARCS ET JARDINS B.WITTERSHEIM), electricity (VINCENTZ), heating and ventilation (MAISON XAVIER FRUH), plombing and drainage (LABEAUNE), kitchen (M.E.A.)
Photography: © Eugeni Pons, David Romero-Uzeda
http://coulon-architecte.fr


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy