1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. GRAFT

GRAFT

GRAFT
Fondato a Los Angeles nel 1998, lo studio internazionale di architettura GRAFT vede come soci fondatori Lars Krückeberg, Thomas Willemeit, Wolfram Putz, ai quali si aggiunge Gregor Hoheisel (dal 2000) e Alejandra Lillo (2007-2011). Lo studio ha sedi anche a Berlino (2001) e Pechino (2003).
Partendo dai vari significati del suo nome (da innesto botanico a trapianto in campo medico), GRAFT dichiara di collocarsi in modo ibrido “tra due culture geneticamente diverse”, formando così un nuovo soggetto, unione degli aspetti positivi di entrambe, che “esamina le implicazioni in campo architettonico”
Lo studio ha natura interdisciplinare e nell’ultimo decennio ha lavorato anche in ambito urbanistico, nel product e nell’interior design, con incursioni nei settori espositivi, nelle installazioni d’arte e in progetti accademici, dagli Stati Uniti alla Germania, Cina, Emirati Arabi Uniti, Russia, Georgia e Messico.
In modo particolare GRAFT ha seguito molti progetti nel settore dei servizi di lusso, con hotel, ristoranti, club e bar. Si segnalano a Las Vegas, anche all’interno di celebri casinò, il ristorante FIX (2003), lo Stack (2006) e il Brand (2008): a Berlino il Wokalicious (2010); tutti progetti di forte espressività con un uso raffinato e moderno dei materiali e dei giochi di luce.
Numerose le competizioni di hotel a cui GRAFT ha partecipato: tra i lavori realizzati, l’Hotel Q a Berlino (2004), il Radisson Blu Iveria Hotel a Tbilisi (2008) e l’Emperor a Pechino (2008). 
Si tratta di opere e progetti in cui emergono con evidenza le unioni progettuali “ibride” tra la cultura locale e le esperienze di un linguaggio contemporaneo ed internazionale.
Molto particolare il progetto Platoon Kunsthalle a Berlino (2012), con B. Jiwon e Platoon Cultural Development, dove l’utilizzo di 34 container è finalizzato alla costruzione di per una struttura a forma di capannone in cui si sono svolti eventi di musica, street, food e video art, moda e grafica. Tra i numerosi premi assegnati allo studio, si segnala nel 2011 l’European Prize for Architecture.
 
GRAFT opere e progetti famosi
 
- Progetto Platoon Kunsthalle, Berlino (Germania), 2012
- Progetto urbano Dalian Youhao Square, Dalian (Cina), 2011
- Progetto residenziale Smart Air House (Germania), 2010
- Gingko Bacchus Restaurant, Chengdu (Cina), 2009
- MIR shotgun house, New Orleans (USA), 2009
- Brand Restaurant Monte Carlo Casino, Las Vegas (USA), 2008
- DC Shoes Store, Los Angeles (USA), 2008
- Dental Lounge, Dusseldorf (Germania), 2008
- City West, Urban Planning, Berlino (Germania), 2008
- Qinhuangdao Sales Center, Qinhuangdao (Cina), 2007
- Installazione The Pink Project, New Orleans (USA), 2007
- Parkland Offices, Pechino (Cina), 2007
- Vantone Showroom, Tientsin (Cina), 2007
- Kinderdentist Dr. Mokabberi, Berlino (Germania), 2007
- Opticon, Eyewear Store, Amburgo (Germania), 2007
- Stargarder Strasse, Berlino (Germania), 2004
- DC Shoes Retail Store, New York (USA), 2004
- Hotel Q, Berlino (Germania), 2004
- FIX ristorante, Casino Bellagio, Las Vegas (USA), 2003
- Panorama Towers, Las Vegas (USA), 2003
 
Sito ufficiale
 
 

Architetti più visti

Richard Meier

19-11-2013

Richard Meier

Herman Hertzberger

24-05-2004

Herman Hertzberger

Zaha Hadid

10-08-2015

Zaha Hadid

Italo Rota

16-09-2014

Italo Rota

Shigeru Ban

24-05-2004

Shigeru Ban


Articoli Correlati

28-06-2017

Mostra foto Casali Domus architettura e design in Italia 1951-1983

La mostra che sarà inaugurata il 29 giugno all'Università Iuav di Venezia celebra...

More...

28-06-2017

Premio Internazionale Dedalo Minosse i vincitori

Conclusa la decima edizione del Premio Internazionale Dedalo alla Committenza d’Architettura,...

More...

27-06-2017

Inaugurato il Serpentine Pavilion di Diébédo Francis Kéré

Il 23 giugno è stato inaugurato il Serpentine Pavilion progettato dall'architetto...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy