14-02-2013

Itinerario in Europa fra i progetti dell'Architetto Renzo Piano

Londra, Amsterdam, Parigi,

Itinerari

Progetti realizzati in Europa dall'Architetto Renzo Piano. Architettura contemporanea, architettura sostenibile e progetti importanti della storia dell'architettura.



Itinerario in Europa fra i progetti dell'Architetto Renzo Piano

The Shard London Bridge, Londra
32 London Bridge
Apertura 2012 – Piattaforma panoramica 1 febbraio 2013
Progetto dell'Architetto Renzo Piano

Il grattacielo più alto d'Europa, il The Shard London Bridge dell' Architetto Renzo Piano con i suoi 310 metri è una piramide di cristallo dalla forma di albero. Architettura sostenibile in primo luogo. La doppia pelle della facciata passiva è stata realizzata in vetro a basso contenuto di ferro e le aperture sulla facciata permettono le ventilazione naturale dei giardini d'inverno inseriti all'interno dell'edificio. Nella città verticale dell'architetto Renzo Piano il 95% dei materiali di costruzione è riciclato, così come il 20% dell'acciaio, e le emissioni di metà inferiori grazie ai 740 mq di pannelli solari. L'area su cui sorge è quella di Southwark che da zona periferica industriale è diventata oggi la più vivace della città. Da visitare nei dintorni il Tate Modern di Herzog & De Meuron, la Neo Bankside di Richard Rogers, il More London di Foster e il Riverside Walkway che ci conduce fino al Design Museum di Joseph Conran. Il prossimo 1 febbraio verrà aperta la pubblico la piattaforma panoramica che si trova sulla punta del grattacielo.



Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo
Strandpromenaden 2
Apertura 2012
Progetto dell'Architetto Renzo Piano

Natura e progetto architettonico per il nuovo Museo di Oslo. Situato al limite del fiordo e diviso in due parti separate dall’acqua, il progetto dell'architetto Piano trasforma il porto, precedentemente chiuso, in un’area pubblica che collega il fiordo con il centro della città. Un contatto diretto  con il mare e la natura per rafforzare il viaggio conoscitivo del visitatore all'interno del museo. La struttura in legno dell 'Astrup Fearnley Museum con un tetto doppio in vetro curvato è il segno distintivo del progetto. Le colonne in acciaio rinforzate da un sistema di cavi sembrano gli alberi maestri delle navi nel porto e il rivestimento in legno, con il suo colore argentato provocato dall’esposizione agli agenti atmosferici, rende molto più dinamica la forma del tetto in vetro e nel contempo più confortevole l’ambiente del museo. Il nuovo museo si compone di tre edifici: lo spazio più ampio ospiterà la collezione permanente del museo che vanta opere di artisti come Andy Warhol, Damien Hirst, Jeff Koons, Charles Ray, Richard Prince, Matthew Barney, Bruce Nauman, Robert Gober e Cindy Sherman, mentre il più piccolo accoglierà  le esposizioni temporanee.


Auditorium Parco della Musica, Roma, Renzo Piano Auditorium Parco della Musica, Roma, Renzo Piano 

Auditorium Parco della Musica, Roma
Viale Pietro De Coubertin 30
Apertura 2002
Progetto dell'Architetto Renzo Piano

L'Auditorium di Roma progettato dall'Architetto Renzo Piano è una vera e propria Casa della Musica. Complesso multifunzionale caratterizzato da tre “scatole musicali”, strategicamente locato in una posizione decentralizzata per accogliere ingenti flussi di pubblico grazie alle infrastrutture che lo circondano. I materiali scelti per il progetto del Parco della Musica di Roma sono tipici della tradizione romana: travertino per le gradinate, il foyer e le entrate; mattone rosso fatto a mano per tutte le superfici verticali e piombo pre ossidato per i gusci delle tre sale. Ci sono grandi sale di prova e di registrazione e le tre “casse armoniche,” immerse in un grande parco, sono disposte attorno a una cavea teatrale all'aperto, un anfiteatro, che può ospitare fino a tremila spettatori. Da meno di un anno è stato inaugurato Auditorium Tv, canale you tube ufficiale del Parco della Musica che trasmette filmati d'archivio esclusivi, interviste agli artisti e incursioni nei backstage degli eventi.

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia, Science Center, Amsterdam, Renzo Piano NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia, Science Center, Amsterdam, Renzo Piano 

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam
Oosterdok 2
Apertura 1997
Progetto dell'Architetto Renzo Piano

L'opera dell'architetto Renzo Piano che si rifa alla prua di una nave che emerge dall'acqua è il NEMO, il Museo della Scienza e della Tecnica della città di Amsterdam nel quale educazione e didattica vengono proposte al suo interno attraverso installazioni interattive sulla tecnologia e sull'industria. Vero esempio di architettura contemporanea realizzata dall'Architetto Renzo Piano, l'enorme contenitore di rame ossidato ospita esperimenti incentrati su tutto ciò che ci circonda ma sempre all'insegna del divertimento e della curiosità, soprattutto per un pubblico giovane. Gli elementi che identificano il progetto sono una rampa pedonale che conduce sul tetto dell'edificio, un tetto praticabile a gradinate che serve sia come piazza per i turisti dal quale godono di un bellissimo panorama, sia come centro di aggregazione per il quartiere e infine un rivestimento costituito da lastre di rame aggraffate tra loro. Il nome Nemo (New Metropolis) ha voluto rendere omaggio al primo film di architettura della storia, Metropolis di Fritz Lang del 1927.


Parigi, Centre Georges Pompidou, Renzo Piano Parigi, Centre Georges Pompidou, Renzo Piano 
Parigi: Centre Georges Pompidou.
Rue Beaubourg 17
Apertura 1977
Progetto dell'Architetto Renzo Piano

Il Centre Georges Pompidou è stato inaugurato nel lontano 1977 rappresentando un vero e proprio caposaldo nel come si deve pensare e progettare i Musei. L'impatto del Centre Pompidou sulla collettività ha creato un “effetto Beaubourg” per cui alla luce dei 25 mila visitatori giornalieri si è deciso di eseguire a distanza di circa 20 anni un opera di lifting con la riorganizzazione spaziale del suo interno, affidandolo all'Architetto Renzo Piano.  Lo  stesso Architetto Renzo Piano disse “la peculiarità del Centre è quello di evolversi in continuazione anche se questo significa intervenire con nuovi lavori ogni 25 anni.” Alla luce di ciò il nuovo intervento ha eliminato tutti gli uffici liberando circa 70 mila mq di spazio, è stato ridisegnato il Forum e riorganizzato gli spazi occupati dalla biblioteca. Forte esempio di come l'architettura se ben progettata può adattarsi a tutte le situazioni che si propongono: no al formalismo, si a sempre nuovi immaginari tecnologici.

Cintya Concari


GALLERY

The Shard London Bridge, Londra

The Shard London Bridge, Londra

The Shard London Bridge, Londra

The Shard London Bridge, Londra

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Astrup Fearnley Museum of Modern Art, Oslo

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Parco della Musica, Roma

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

NEMO, Museo della Scienza e della Tecnologia – Science Center, Amsterdam

Parigi: Centre Georges Pompidou

Parigi: Centre Georges Pompidou

Parigi: Centre Georges Pompidou

Parigi: Centre Georges Pompidou

Parigi: Centre Georges Pompidou

Parigi: Centre Georges Pompidou


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy