16-03-2017

Rassegna Architettura Arco Alpino mostra e premio

Bernardo Bader,

Udine, Torino, Svizzera,

La rassegna organizzata dall'Associazione Architetti Arco Alpino ha coinvolto 246 partecipanti, tra questi sono stati selezionati 22 finalisti e il 17 marzo in occasione dell'inaugurazione della mostra diffusa saranno rivelati i nomi dei quattro vincitori.



Rassegna Architettura Arco Alpino mostra e premio

In un mondo sempre più globale "Fare Rete" è fondamentale per creare sinergie e promuovere iniziative legate alle specificità di uno stesso territorio geografico, che spesso si trova ad affrontare esigenze e problematiche simili anche se suddivise in regioni e province diverse. Il 20 maggio 2016 gli Ordini degli Architetti di 9 province, legate geograficamente dalla catena delle Alpi, hanno dato vita all'Associazione Architetti Arco Alpino che racchiude gli ordini dalla Regione Autonoma della Valle d'Aosta fino alla provincia di Udine, passando in rigoroso ordine alfabetico attraverso le province di: Belluno, (Provincia Autonoma di) Bolzano, Cuneo, Novara e Verbano-Cusio-Ossola, Sondrio, Torino e (Provincia Autonoma di) Trento.

Tra le prime attività messe in campo dalla neonata associazione una rassegna "diffusa", perché coinvolge contemporaneamente 9 città come sedi espositive e ben 16 come province di provenienza dei progetti partecipanti. Alla rassegna hanno partecipato in totale 246 progetti realizzati tra il 2010 e il 2016, tra questi la giuria composta da: Bernardo Bader (Austria), Sebastiano Brandolini (Italia) e Quintus Miller (Svizzera), ha individuato 22 progetti finalisti. Un'ampia e variegata gamma di realizzazioni dalla piccola alla grande scala che affrontano temi strutturali, residenziali, museali, ricettivi, scolastici. Tutti esempi di un'architettura italiana di qualità realizzata ad alta quota e che diventano spunti di riflessione sulle attuali pratiche progettuali in ambito alpino. Architetture in cui prevale la linearità, il ragionamento e la qualità costruttiva, e che cercano con coraggio un dialogo con le specificità del paesaggio alpino, inteso sia come natura che come cultura dei luoghi.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Associazione Architetti Arco Alpino

architettiarcoalpino.it 


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy